• DIVENTARE GENITORI STRATEGICI

    02-02-17


    Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on LinkedIn1Share on Tumblr



    parliamodikevin1

    “E’ con le migliore intenzioni che il più delle volte  si ottengono gli effetti peggiori” (Oscar Wilde)

    In questo aforisma sono racchiusi i presupposti per la costruzione e la persistenza dei problemi tra genitori e figli: i genitori vengono influenzati dai problemi dei figli e spesso, tentando di risolverli guidati dalle migliori intenzioni, lo complicano.

    OBIETTIVO DEL CORSO

    Il corso mira a far acquisire ai genitori strumenti nuovi per costruire e gestire la propria realtà familiare, modificando la relazione disfunzionale con i propri figli e facendoli così diventare “terapeuti” e artefici del cambiamento. Attraverso la conoscenza delle dinamiche di relazione familiare, che impediscono ai figli di sviluppare le loro risorse e l’autostima necessaria per affrontare in piena autonomia le difficoltà della vita, l’obiettivo è quello di far sviluppare ad ogni genitore la capacità di comunicare in modo funzionale con il proprio figlio e di risolvere le difficoltà che si presentano nel corso dell’educazione, per evitare che si trasformino in problemi. Verranno esaminati gli ostacoli e i problemi più frequenti che si incontrano nelle diverse fasi di crescita (dall’infanzia, all’adolescenza, fino all’età adulta) e verranno indicate strategie e soluzioni per riuscire ad essere dei genitori “strategici” , ovvero efficaci nel supportare i figli nella gestione della vita quotidiana, insegnando loro a godere delle proprie conquiste e ad accettare e tollerare le sconfitte.

    METODOLOGIA DIDATTICA

    Il corso si aprirà con la proiezione del film “…e ora parliamo di Kevin”, che tratta una tematica tristemente attuale: Eva mette da parte ambizioni e carriera per dare alla luce Kevin. La relazione tra madre e figlio è però molto difficile sin dai primissimi anni. A quindici anni Kevin compie un gesto irrazionale ed imperdonabile agli occhi dell’intera società. Eva lotta contro una profonda amarezza e atroci sensi di colpa. Ha mai amato suo figlio? E’ in parte responsabile di ciò che ha fatto Kevin? Questi e altri interrogativi saranno gli spunti dai quali si svilupperà il corso. Sarà privilegiato l’aspetto pratico, rivolto all’applicazione di strategie di intervento  sull’analisi dei casi reali presentati dai partecipanti. 

    PROGRAMMA DEL CORSO

    Primo incontro SABATO 18/02/2017: INIZIO CORSO ORE 15.00

    • Proiezione del film: “…e adesso parliamo di Kevin”
    • L’importanza del sistema familiare nella permanenza dei problemi: le “disfunzioni” della comunicazione.
    • Tipologie prevalenti dei modelli di famiglia
    • Il costrutto di “tentate soluzioni”

     CHIUSURA DEI LAVORI ORE 19.00

     Secondo incontro SABATO 25/02/2017: INIZIO CORSO: ORE 15.00

    • Da modelli disfunzionali a modelli funzionali: come si forma un modello di interazione familiare:

    – modalità comunicative

    – relazioni

    – regole

    • Modalità strategiche e tecniche di intervento per sviluppare un’efficace cooperazione verso la soluzione indiretta dei problemi dei figli.
    • Discussione guidata: presentazione di casi da parte dei partecipanti e costruzione degli interventi.

    CHIUSURA DEI LAVORI: ORE 19.00

    BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO:

    • Watzlawick P., Beavin J.K., Jackson D.D., Pragmatica della comunicazione umana, Astrolabio, 1971.
    • Fiorenza A., Bambini e ragazzi difficili. Figli che crescono: soluzioni a problemi che emergono, Ponte alle Grazie, 2000.
    • Nardone G., Giannotti E., Rocchi R., Modelli di famiglia, Ponte alle Grazie, 2001.
    • Nardone G., Aiutare i genitori ad aiutare i figli, Ponte alla Grazie, 2012.
    • Mariotti R., Pettenò L., Genitori in pratica, edizioni Erickson, 2014.

    La relatrice dell’incontro è la D.ssa Giovanna Rosciglione, responsabile dello Studio di Terapia Strategica di Fano. Psicologa, Psicoterapeuta e Formatrice, dopo la laurea in Psicologia, conseguita presso l’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, si specializza in Terapia Breve Strategica, presso il Centro di Terapia Strategica di Arezzo, diretto dal Prof. G. Nardone, dove è, inoltre, ricercatrice associata. Successivamente, si laurea in Teorie della Conoscenza, della Morale e della Comunicazione. Presso il suo studio di Fano svolge attività di psicoterapia clinica secondo il Modello di Terapia Breve Strategica. Organizza, inoltre, incontri divulgativi su diverse tematiche psicologiche ed  effettua corsi di formazione per la crescita personale. Oltre alla  psicoterapia breve, svolge anche attività di consulenza e formazione in ambito organizzativo, educativo e sanitario.

    DESTINATARI: il corso è rivolto a tutti i genitori (in coppia o singolo genitore) che vogliono acquisire nuovi strumenti per affrontare al meglio la gestione del rapporto educativo con i propri figli.

    ISCRIZIONE: inviare via e-mail con la richiesta di partecipazione a info@terapiabrevestrategica-fano.it  oppure telefonare al n. 338/9014444. Sono ammessi un massimo di 20 partecipanti e le adesioni saranno accettate fino ad esaurimento dei posti.

    DATE E ORARI: il corso si svilupperà in due incontri di quattro ore ciascuno (per un totale di 8 ore): primo incontro sabato 18/02/2017, secondo incontro sabato 25/02/2017,  dalle 15.00 alle 19.00.

    QUOTA DI PARTECIPAZIONE: € 130,00 + IVA a persona, € 210,00 + IVA a coppia.

    Scarica la brochure del corso: Diventare genitori strategici